5 buoni motivi per regalare un quadro (e come sceglierlo)

Quadro con Putti di Raffaello in camera da letto
Quadro con Riproduzione dei putti di Raffaello (Particolare della “Madonna Sistina”)

Manca poco più di un mese al Natale e, probabilmente, avrai cominciato a sentire quella vocina in testa che ogni tanto ronza e ti ricorda di cominciare a pensare ai regali da fare. Ogni anno è la stessa storia: se non parti in anticipo, ti ritroverai il 20 Dicembre, o addirittura alla vigilia, per fare la corsa ai regali dell’ultimo momento. Quest’anno poi, sarà particolarmente faticoso fare shopping, vista la situazione. “Che cosa posso regalargli quest’anno?”, “Come faccio a trovare un regalo originale senza girare troppo?” 

Ecco, arrivo al punto: ho io un’idea interessante da suggerirti. L’idea per un regalo che di certo non sarà banale e soprattutto ripetitivo, (ti prego, non dirmi che stavi pensando a un profumo o a un libro!) e che, soprattutto, non passerà inosservato: sto parlando di un quadro. 

“Un quadro?!”, starai pensando, “Ma è un oggetto troppo personale e, poi, complicato da scegliere e da gestire…”. ALT! Interrompo subito i tuoi pensieri e vado a dimostrarti che quello che ti ho suggerito è una buonissima idea. Ne sono veramente convinta, anche sulla base dell’esperienza positiva di chi, come me, un quadro l’ha regalato.

5 buoni motivi per regalare un quadro 

1. È UN’IDEA ORIGINALE E DI CLASSE.

Regalare un quadro non è “roba da tutti”, questo è sicuro. Non è un’idea comune e, comunque, è un regalo ben gradito, soprattutto se scelto in base al gusto della persona che lo riceverà.

2. È UN REGALO CHE COMUNICA QUALCOSA DI IMPORTANTE.

Un quadro ha sempre un significato. Prima di tutto può comunicare qualcosa di te. È un dono che, se vagliato con cuore e con cura, racchiude una scelta ben precisa. Quindi c’è dietro un pensiero e un sentimento. Se poi il quadro è dipinto a mano, senza alcun dubbio lascerà senza parole.

3. È UN DONO CHE TRASMETTE ARTE E BELLEZZA E STIMOLA SENSAZIONI POSITIVE.

Esistono, infatti, dipinti con colori e forme che rilassano e rasserenano, altri donano energia e favoriscono la concentrazione. Come diceva il grande Picasso: “L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni”. 

4. È MOTIVO DI ORGOGLIO. 

Un dipinto attira l’attenzione. Riesce a creare una sorta di punto focale nella stanza che arreda. Se è scelto bene, ha il potere di attirare gli sguardi di chi entra, destando interesse o stupore. Quindi potrai rendere orgogliosa la persona cui lo regali.

5. SI PUO’ ACQUISTARE FACILMENTE IN MODI DIVERSI

Un quadro può essere comprato in loco oppure in rete. Nella tua città puoi trovare negozi che vendono tele e dipinti o gallerie d’arte. Oppure c’è ampia scelta anche online, ci sono molti negozi che spediscono e pittori che lavorano su commissione, accontentando ogni tuo desiderio (presente!).

Bene. Se sei arrivato a leggere fino a questo punto, vuol dire che il mio suggerimento ti ha un po’ stuzzicato. Detto questo, è chiaro che, scegliere un quadro da regalare, non è cosa banale. Bisogna tenere conto di alcuni paramenti e accorgimenti, che ora vado a suggerirti.

Criteri da tenere in considerazione quando si sceglie un quadro da regalare

Gli elementi base da tenere in considerazione in questo contesto, sono tecnici ma anche sentimentali. Selezionare un quadro per qualcuno è qualcosa che va oltre alla scelta di un elemento per la propria casa. Riguarda anche la relazione che lega chi regala e chi riceve il quadro. Ecco i miei suggerimenti: 

1. PENSA A CHI LO RICEVERÀ.

Quadro con lupo e cavallo
Quadro “Lupo e cavallo”, regalato da Cristina a sua figlia Chiara

Il primo passo da seguire per la scelta di un quadro da regalare è quello di capire i gusti della persona cui sarà destinato il quadro. Pensa ai suoi interessi, alle cose che la appassionano o che la emozionano, e poi, ai suoi gusti in fatto di stile e colori. Lascia da parte le tue idee e focalizzati solo su chi riceverà il regalo.

Io quando dipingo su commissione, dialogo molto con il cliente. Perché lo so: più il quadro è pensato, personale e intimo, più desterà gioia ed emozione. Se clicchi qui potrai vedere alcuni esempi di quadri personalizzati che ho realizzato io.

2. PENSA A TE: COSA VUOI ESPRIMERE E TRASMETTERE.

Quadro-dedica
Quadro-dedica, regalato da Irene a una coppia di amici

Se ci riflettiamo, i regali più graditi sono quelli che sono così azzeccati da riempirci di gioia non tanto per il regalo ricevuto, ma perché c’è dietro un pensiero esclusivo. Ascolta per un attimo il tuo cuore e pensa a cosa vuoi esprimere. Se poi vuoi proprio andare a colpo sicuro e stupire, potresti pensare di commissionare un quadro personalizzato, affidandoti a un pittore.

Io, per permettere alle persone di esprimere artisticamente quello che hanno cuore, ho creato i Quadri-dedica (se clicchi sul nome, potrai saperne di più).

3. PENSA ALLO STILE E AI COLORI DELLA CASA.

Quadro con Scena di caccia in salotto sopra il camino
Quadro “Scena di caccia”, regalato da Rita a suo marito Dante e appeso in salotto, sopra il camino

Un quadro può definire meglio uno stile d’arredo esistente, oppure conferire quel quid in più che fa la differenza. La terza valutazione da fare, quindi, quando si sceglie un dipinto, è quella relativa al tipo di locale (abitazione, ufficio, locale commerciale) e all’ambiente in cui sarà collocato. Tieni in considerazione lo stile della stanza e gli oggetti già presenti in essa, valuta il loro design e il loro colore.

In conclusione, come avrai capito leggendo quest’articolo, se il quadro lo pensi con cura (valutando lo stile dell’ambiente in cui andrà collocato) e lo scegli con il cuore (pensando alla persona cara cui vuoi fare questo dono speciale e a cosa vuoi esprimerle), il regalo sarà di sicuro successo.

Bonus

Prima di chiudere l’articolo, vorrei aggiungere due cose relative a questo argomento – due bonus – farina del mio sacco, che potrebbero esserti di aiuto e interessarti…

  • UN SUGGERIMENTO – Alternativa murale al quadro: il trompe l’oeil su tela 
Trompe l'oeil con vista mare dipinto su tela in camera da letto
Trompe l’oeil con vista mare, dipinto su tela (150×105 cm)

Al posto di un quadro è possibile regalare un’altra rappresentazione artistica, anch’essa molto valida dal punto di vista estetico, che è di grande impatto: il trompe l’oeil.

Il trompe l’oei (dal francese “inganna l’occhio”) è un dipinto molto suggestivo che riproduce uno scenario realistico sulle pareti. Rende un ambiente arioso, rilassante e ricco di fascino ed è perfettamente abbinabile ai più diversi stili d’arredo domestici o professionali. A differenza del quadro, è più scenico e generalmente non si avvale di cornice, proprio per far sì che sembri uno spazio realistico. Può essere realizzato direttamente su muro, oppure su pannello o tela.

Se vuoi regalarne uno, sappi che io li realizzo su tela. Li creo e personalizzo con passione, poi li spedisco con cura. E sono facilmente collocabili a parete. Per avere altre informazioni, puoi leggere qui.

  • UN’OFFERTA PARTICOLARE – Pannello di gesso con riproduzione dei puttini di Raffaello – sconto del 40%
Quadro con riproduzione degli angeli di Raffaello
Quadro con riproduzione degli angeli di Raffaello

Questa riproduzione, che ho realizzato tempo fa, simula un affresco strappato. Riprende una porzione di dipinto – la “Madonna Sistina” di Raffaello (1513-1514), dove sono rappresentati due angioletti. Il dipinto è realizzato a mano con colori acrilici su lastra di gesso. Misura 51×32 cm. Anche la lastra di gesso è artigianale. Grazie al soggetto e ai colori neutri, si può abbinare molto bene, sia in salotto sia in camera da letto, ma anche in uno studio o in un ufficio.

Il quadro sarà in offerta fino al 1 Dicembre, poi tornerà in vendita a prezzo pieno. Per info e prenotazione, contattami.

Spero che quest’articolo ti sia stato utile.

Buona scelta del vostro quadro e… mi raccomando, date spazio all’emotività e alla creatività!